Notizie

IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE MEDIASET HA APPROVATO IL BILANCIO 2018

Consiglio di Amministrazione Mediaset 12 marzo 2019

IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE MEDIASET
HA APPROVATO IL BILANCIO 2018


Bilancio Consolidato

Ricavi netti: 3.401,5 milioni di euro

Risultato operativo (Ebit): 73,7 milioni di euro

Cresce la Generazione di cassa: 211,7 milioni di euro

In calo l'Indebitamento:
dimezzato a 736,4 milioni di euro

In calo i Costi totali: -4,8%

Cresce in modo consistente l'Utile netto: 471,3 milioni di euro
(di cui 374,0 milioni di euro per operazioni straordinarie)

Ascolti tv: le reti Mediaset leader sia in Italia che in Spagna
Canale 5 e Telecinco prime reti nei rispettivi paesi sul target commerciale


Il Consiglio di Amministrazione di Mediaset, riunitosi oggi sotto la Presidenza di Fedele Confalonieri, ha esaminato il bilancio consolidato del Gruppo Mediaset al 31 dicembre 2018 e approvato il progetto di bilancio della capogruppo Mediaset Spa.
L'esercizio è stato caratterizzato da intense e proficue attività che hanno generato una crescita consistente dell'Utile netto consolidato. Crescita avvenuta nonostante le difficoltà dell'intero settore media a livello internazionale.
Nel buon andamento generale dell'esercizio 2018 - con risultati decisamente superiori alle stime interne previste - si segnalano in particolare l'aumento della quota di mercato pubblicitario, l'accresciuta generazione di cassa, oltre alla riduzione dei costi totali e dell'indebitamento pur in presenza di rilevanti investimenti in numerose operazioni di sviluppo.

Questi i principali dati di Bilancio 2018 approvati oggi dal Consiglio di Amministrazione.

- I ricavi netti ammontano a 3.401,5 milioni di euro rispetto ai 3.550,1 milioni di euro del 2017. In particolare, i ricavi in Italia si sono assestati a 2.421,4 milioni di euro rispetto ai 2.555,3 milioni di euro dell'anno precedente. In Spagna sono stati pari a 981,6 milioni di euro rispetto ai 996,3 milioni del 2017.
Significativo in entrambi i Paesi l'impatto della raccolta pubblicitaria. In Spagna, dove il contesto economico è stato positivo, Mediaset España conferma la propria leadership di mercato con ricavi lordi pari a 963,6 milioni di euro rispetto ai 969,7 milioni di euro dell'esercizio precedente. In Italia, dove invece il mercato pubblicitario nel 2018 ha chiuso in negativo a -0,2% (calo che si aggiunge al -1,9% registrato nel 2017), i ricavi pubblicitari televisivi lordi di Mediaset sono cresciuti in controtendenza dai 2.095,4 milioni di euro del 2017 ai 2.112,2 milioni di euro. Di conseguenza, la quota di mercato Mediaset del 2018 in Italia è aumentata ulteriormente raggiungendo il 39,0% rispetto al 38,3% dell'anno precedente, centrando così con due anni d'anticipo i target indicati al mercato nel piano Mediaset 2020 presentato a Londra.

- I Costi totali (costo del personale, altri costi operativi, ammortamenti e svalutazioni, escludendo gli impatti nel 2018 derivanti da svalutazioni e accantonamenti dei diritti pay) sono calati in Italia a 3.165,1 milioni di euro rispetto ai 3.323,6 milioni di euro del 2017 (-4,8%) pur includendo gli investimenti per i Mondiali di Calcio. Calano del 3,5% anche i costi totali in Spagna (da 750,9 del 2017 a 724,7 milioni di euro) pur a fronte di analoghi investimenti per i Mondiali.

- Il Risultato operativo (Ebit) di Gruppo è positivo per 73,7 milioni di euro rispetto ai 226,4 del 2017. In Italia, Ebit negativo per -182,9 milioni di euro rispetto ai -19,1 milioni di euro del precedente esercizio a causa del prudente riallineamento dei valori contabili dei diritti pay (al netto del quale l'Ebit sarebbe positivo anche in Italia per 20,0 milioni di euro), riallineamento effettuato alla luce del previsto processo di digital transformation delle attività a pagamento. In ulteriore crescita invece l'Ebit in Spagna: 256,9 milioni di euro rispetto ai 245,3 milioni di euro del 2017.

- Il Risultato netto consolidato sale quindi a 471,3 milioni di euro in forte crescita rispetto ai 90,5 milioni di euro del 2017. Il risultato del 2018, al netto delle poste straordinarie - costituite in positivo dalla plusvalenza realizzata con l'operazione EiTowers e in negativo dal riallineamento dei valori contabili degli asset pay - segnerebbe comunque un saldo positivo per 97,3 milioni di euro, un valore migliore di quello previsto nel piano 2020.
Nel dettaglio delle aree geografiche, in Italia il Risultato netto cresce a 367,9 milioni di euro rispetto ai -9,9 milioni di euro del 2017. In Spagna il dato positivo migliora ulteriormente raggiungendo i 200,3 milioni di euro rispetto ai 197,5 milioni di euro dell'anno precedente. Si tratta dell'utile più alto conseguito da Mediaset España negli ultimi 10 anni.

- L'indebitamento finanziario netto consolidato è praticamente dimezzato, calando a 736,4 milioni di euro rispetto ai 1.392,2 milioni di euro del 31 dicembre 2017 anche a seguito del deconsolidamento di EI Towers. La generazione di cassa caratteristica di Gruppo ammonta a 211,7 milioni di euro ed è in deciso miglioramento rispetto al 2017 (116,9 milioni di euro).

- Ascolti televisivi. In un panorama sempre più affollato e caratterizzato dalla presenza di nuovi operatori globali, le reti Mediaset riescono a migliorare gli ascolti rispetto al 2017 e a mantenere un'ampia leadership sia in Italia sia in Spagna.
In Italia, Mediaset è leader sul target commerciale con il 34.8% di share in prima serata e il 33.5% nelle 24 ore. Canale 5 è stata la rete italiana più vista nel target commerciale sia in prima serata (17.2%) sia nelle 24 ore (16.1%).
In Spagna, le reti televisive Mediaset España mantengono la leadership assoluta nelle 24 ore con il 28,8% di share. Telecinco si conferma rete spagnola più vista nel totale giornata (14.1%) e in prima serata (15.0%).

BILANCIO DELLA CAPOGRUPPO MEDIASET S.P.A.

Bene anche l'andamento della capogruppo Mediaset Spa che chiude l'esercizio 2018 con un risultato netto di 111,8 milioni di euro rispetto ai 69,2 milioni di euro del 2017.
DESTINAZIONE DELL'UTILE DI ESERCIZIO

Con l'obiettivo di rendere ancora più solida la struttura patrimoniale e finanziaria del Gruppo, nonché di avere le risorse adeguate per cogliere tutte le opportunità di mercato in ambito internazionale, il Consiglio di Amministrazione ha deciso di proporre all'Assemblea di riportare l'utile di Mediaset SpA a nuovo, riservandosi peraltro di esaminare nuovamente la decisione nella riunione del Consiglio di Amministrazione del 25 luglio 2019 e, nel caso, di sottoporre a un'eventuale nuova Assemblea la proposta di distribuzione di dividendi dalle riserve disponibili.
I dati 2017 sono stati riesposti ai sensi dell'IFRS 5 (Discontinued operations) per recepire la riclassifica nei due esercizi dei risultati netti di EIT e la plusvalenza netta realizzata nel 2018 separatamente nella voce Risultato netto attività discontinue.
LE SETTE OPERAZIONI DI SVILUPPO DEL 2018, UN ANNO CHIAVE PER MEDIASET

- Nuovo prime time di Retequattro. Nel quadro dell'evoluzione costante dell'offerta televisiva del Gruppo, Mediaset nel 2018 ha rafforzato l'offerta di prima serata di Retequattro con nuovi conduttori e nuovi programmi di informazione, intrattenimento e divulgazione. Immediati i riflessi positivi sugli ascolti, cresciuti del 14% circa.

- Lancio di due nuovi canali tv. Nel corso dell'esercizio sono stati lanciati i nuovi canali tematici free "Focus" e "20" che hanno consentito di aumentare l'ascolto di Mediaset nell'area reti tematiche gratuite portandolo intorno al 7,0% di share in prima serata.

- Investimenti in eventi sportivi. Nel 2018 il Gruppo Mediaset ha trasmesso in esclusiva il Campionato Mondiale di Calcio Russia 2018 sia in Italia sia in Spagna. Per la prima volta in Italia, Mediaset ha offerto non solo tutti i match in diretta ma anche in visione gratuita a tutti gli italiani.
Nel corso dell'esercizio il Gruppo ha anche concluso un accordo pluriennale in esclusiva per le gare di Formula E, il Mondiale delle monoposto elettriche. Il primo E-Prix di Roma disputato in aprile è stato un grande evento di richiamo internazionale ed ha anche raccolto ottimi ascolti tv.

- Valorizzazione di R2. Nonostante il noto dietrofront di Vivendi su Premium, Mediaset come annunciato nel Piano di Londra 2020 ha concluso nel corso del 2018 il riassetto della tv a pagamento. L'asset Operation Pay di Premium è stato conferito alla nuova società R2 poi valorizzata con un ampio accordo operativo con Sky. Mediaset continua ora a svolgere il ruolo di editore puro di canali a pagamento senza gli appesantimenti generati dai costi di distribuzione e di gestione amministrativa.

- Lancio della nuova piattaforma online Mediaset Play. Dal 2018, tutti i contenuti della tv Mediaset sono accessibili gratuitamente via web su Mediaset Play, un'unica destinazione che consente di vedere i programmi sia in modalità live che on demand, sia da schermo televisivo che da pc e dispositivi mobili. Uno stile di consumo da piattaforma a pagamento reso disponibile gratuitamente a tutti gli italiani.

- Potenziamento polo radiofonico. Nel corso dell'esercizio è stata acquisita anche Radio MonteCarlo, emittente che ha potenziato il bouquet Mediaset composto ora da cinque stazioni: R101, Radio 105, Virgin Radio, Radio Subasio e appunto Radio MonteCarlo. La società RadioMediaset si rafforza e si conferma leader nazionale per ascolti e raccolta pubblicitaria.

- Nuova fase del Gruppo Ei Towers. Si è conclusa con successo nel 2018 l'Offerta pubblica di acquisto lanciata su EI Towers. La cessione del controllo da parte di Mediaset ? che ora detiene il 40% di 2iTowers a cui fa capo il 100% della Società ? ha determinato una plusvalenza netta pari a 498,2 milioni di euro. Si tratta di un'importante creazione di valore generata da una società fondata da Mediaset che ora - grazie alla nuova veste di operatore indipendente - potrà avere un ruolo da protagonista nel processo nazionale e internazionale di sviluppo del settore torri di trasmissione.

PROPOSTA ALL'ASSEMBLEA DI MODIFICA DELL'ARTICOLO 7 DELLO STATUTO SOCIALE

Il Consiglio di Amministrazione ha inoltre deliberato a maggioranza di convocare l'Assemblea degli Azionisti anche in sede straordinaria per deliberare in merito alla proposta di modifica dell'articolo 7 dello Statuto Sociale (introduzione della maggiorazione del voto di cui all'art. 127-quinquies del D. Lgs. 58/98). L'avviso di convocazione dell'Assemblea Ordinaria e Straordinaria - e la relativa documentazione prevista dalla normativa vigente - verranno messi a disposizione del pubblico presso la sede legale e pubblicati sul sito internet www.mediaset.it sezione Corporate Governance.
I documenti saranno disponibili anche sul meccanismo di stoccaggio autorizzato eMarket Storage, all'indirizzo www.emarketstorage.com, nei termini di legge e di regolamento.
Nel rispetto della normativa vigente, l'avviso di convocazione verrà pubblicato per estratto anche su un quotidiano nazionale.

BILANCIO DI SOSTENIBILITA' (DNF)

Il Consiglio di Amministrazione ha anche approvato la "Dichiarazione consolidata non finanziaria" (Dnf) redatta ai sensi del D-Lgs. 254/2016.

RELAZIONE SULLA REMUNERAZIONE

Il Consiglio di Amministrazione ha approvato la Relazione sulla remunerazione ai sensi dell'art. 123-ter del Testo Unico della Finanza e delle disposizioni di attuazione emanate da Consob.
Il Consiglio proporrà alla prossima Assemblea degli Azionisti di approvare la prima sezione della relazione - illustrativa della politica della società in materia di remunerazione degli amministratori e dei dirigenti con responsabilità strategiche - in attuazione di quanto previsto dall'art. 123-ter del Testo Unico della Finanza.

EVOLUZIONE PREVEDIBILE DELLA GESTIONE

L'andamento dei principali indicatori conferma in Italia un ulteriore rallentamento della congiuntura economica, già evidente nella seconda parte del 2018. Questo rende limitata la visibilità sul possibile andamento del mercato pubblicitario dei prossimi mesi, in un contesto generale che sarà anche caratterizzato dall'esito delle elezioni europee di fine maggio.
In termini generali, l'andamento dei ricavi pubblicitari di Mediaset nel 2019 ? al netto degli eventi non ripetibili (Mondiali) e della cessazione dell'offerta pay Calcio - dovrebbe mantenersi in linea con quella del mercato, consolidando, anche in virtù dell'ulteriore rafforzamento dell'offerta radiofonica e digitale, le quote di mercato già raggiunte al termine del 2018 con due anni di anticipo rispetto all'obiettivo di piano fissato nelle Linee guida al 2020.
I risultati economici (Ebit e Risultato netto consolidato) e la Generazione di cassa caratteristica consolidata beneficeranno delle azioni intraprese nell'ambito dei piani annunciati al mercato (in particolare del processo di digital trasformation di Premium) e sono previsti in miglioramento rispetto a quelli dello scorso esercizio.

Il Dirigente Preposto alla redazione dei documenti contabili societari di Mediaset S.p.A., Luca Marconcini, dichiara, ai sensi del comma 2 art. 154-bis, del Testo Unico della Finanza, che l'informativa contabile contenuta nel presente comunicato corrisponde alle risultanze documentali, ai libri e alle scritture contabili.


Cologno Monzese, 12 marzo 2019

<indietro

DOCUMENTI

  • Comunicato Stampa

Mediaset in borsa:

IL TITOLO IN BORSA

martedì 21 maggio 2019 17.35

Ultimo Prezzo Titolo 2,814€

CALENDARIO

DOCUMENTI

Scarica gli ultimi documenti dell'investor Center di Mediaset

Scarica il documento 14/05/2019Presentazione Risultati 1Q 2019
Scarica il documento 13/03/2019Strategic update on mid-term guidelines
Scarica il documento 12/03/2019Presentazione Risultati di Bilancio 2018

Copyright © 2005-2019 Mediaset. Tutti i diritti riservati.