C'ERA UN CINESE IN COMA

STASERA ALLE 21.00 - Ercole Preziosi gestisce un'agenzia di spettacolo di bassa categoria, e cerca di piazzare i suoi modesti artisti. Una sera il suo artista di punta deve essere sostituito.

Con "C'era un cinese in coma", Carlo Verdone racconta nel suo modo divertente e malinconico un mondo dello spettacolo fatto di piccoli egoismi e grandi inciuchi, un mondo che promette e stritola allo stesso tempo.


Per fare da spalla al suo Ercole Verdone ha chiamato Beppe Fiorello, che nel 2000, che proprio grazie al film del regista romano riuscì a dare una scossa a una carriera che poi sarebbe definitivamente decollata, soprattutto grazie a molte apprezzate fiction televisive.


Ercole Preziosi è uomo di spettacolo e impresario di mediocre successo. Un uomo che nonostante le numerose sconfitte professionali non rinuncia mai a provarci, sperando nella volta buona.


E la volta buona sembra arrivare nella persona di Nicola, un semplice autista che rivela un inaspettato talento comico-volgarotto, che il pubblico sembra apprezzare moltissimo.



Ercole pensa di aver trovato la sua gallina dalle uova d'oro, ma non ha fatto i conti con l'arrivismo di Nicola, pronto a scaricare il suo mentore di fronte alla prospettiva della gloria e del denaro.

COMMENTI

nessun commento

Lascia il tuo commento

ULTIMI ARTICOLI

PUNTATE INTERE

CLIP

  • Canale 22  del digitale terrestre
  • Canale 11  di TivùSat

GUIDA TV

GUARDA ANCHE

Pubblicità

METEO.IT