05 settembre 2016

12 cose da sapere su "Girlfriends' guide to divorce"

Girlfriends’ Guide to Divorce”, in onda con la prima stagione ogni venerdì in seconda serata su La5, racconta con ironia ed intelligenza la rivincita femminile post-divorzio.
Ecco 12 cose da sapere assolutamente:


1.    “Girlfriends’ Guide to divorce” è basata sulla collana di libri dedicata alle donne “Girlfriends’ guide” della scrittrice e modella americana Vicki Lovine 
 

2.    Tra le guest star della serie ci sono l’attrice Carrie Fisher (“Star Wars”) e Laverne Cox (la trans di “Orange is the new black”)

3.    Il titolo di ogni episodio recita una regola da seguire, come “Non mentire ai figli” oppure “Nel dubbio, corri”

4.    La firma della serie, Marti Noxon, è la stessa di “Buffy l’ammazzavampiri”, “Glee” e “Mad Men”

5.    Becca (Julianna Guill), una delle protagoniste, interpreta il ruolo di un’attrice famosa che impersona in tv un personaggio simile a quello di Sarah Michelle Gellar in “Buffy l’ammazzavampiri

 

6.   Secondo il critico tv Aldo Grasso, “nella serie realizzata dal network americano Bravo, pensato per un pubblico femminile, le donne non subiscono un trattamento di favore nel racconto”

7.  La sceneggiatrice Noxon è divorziata e madre di due figli, ma ha dichiarato “Questa serie non parla del mio divorzio ma di divorzi in generale

8.    Due delle protagoniste, Beau Garrett (Phoebe) e Janeane Garofalo (Lyla) hanno già lavorato insieme nella serie “Criminal Minds: Suspect Behaviour", spin off di “Criminal minds”

9.    Negli Usa “Girlfriends’ guide to divorce” è già stata rinnovata per la seconda stagione

10.    Secondo Rotten Tomatoes, celebre sito di critica cinematografica e televisiva la serie “non è solo per le donne e le loro amiche”

11.    La costume designer della serie, Cynthia Summers, è la stessa di telefilm al femminile come “Bones”, “Fairly legal” e “The L Word”

12.   Per la promozione negli Usa della serie sono state “abbandonate” in giro per Los Angeles alcune macchine lussuose, fintamente imbrattate con scritte minacciose, come fossero opera di una persona tradita

VEDI ANCHE

i nostri tweet