12 novembre 2015

Su Premium Crime arriva "Stalker", la prima serie tv sullo "stalking"

A Roma, mercoledì 7 ottobre, si è parlato del tema e di casi italiani nell'incontro "Stalking: ossessione criminale", alla Scuola superiore di Polizia

La traduzione del termine inglese “stalking” è, letteralmente, “cacciare la preda”. Più in generale indica una serie di atteggiamenti tenuti da un individuo, i quali affliggono un'altra persona perseguitandola, generandole stati di paura e ansia, arrivando persino a compromettere lo svolgimento della normale vita quotidiana. Un reato in crescita - catalogato in Italia tra gli “atti persecuori” - che ha attirato l’attenzione e la sensibilità, oltre che delle forze dell’ordine, di associazioni a tutela e prevenzione delle vittime, così come vasta eco sta conoscendo il fenomeno sulla stampa, sui social e, adesso, anche la serialità americana.

LA SERIE TV "STALKER" SU PREMIUM CRIME

Dal 28 ottobre prende il via su Premium Crime “Stalker”, la prima serie tv sullo stalking. Il tenente Beth Davis (Maggie Q) e il detective Jack Larsen (Dylan McDermott) indagano su vari casi di persecuzioni personali per la Threat Assessment Unit del dipartimento di polizia di Los Angeles. Entrambi, come nuova serialità comanda, inanellano scheletri nell’armadio tra un’indagine e l’altra. Il rapporto di coppia – il primo è alle dipendenze della seconda – è il fil rouge che s’innesta nel plot e, altresì, fuori dal set: nel corso delle riperese Q e McDermott si sono fidanzati.

La serie vanta la triplice firma DOC, da ideatore-sceneggiatore-produttore, di Kevin Williamson (autore della saga di “Scream” al cinema, mentre in tv si segnala per i cult “Dawson’s Creek”, “The Vampire Diaries”, “The Following”). Originariamente il serial doveva conoscere un cross-over con “The Following” dello stesso Williamson, il quale poi ha rinunciato all’idea chiosando: “ad ogni serie la sua psicosi!”. Mira Sorvino compare in più di un episodio. Phoebe Tonkin (“The Originals”, “The Vampire Diaries”), Shanola Hampton (“Shameless”), Kat Graham (“The Vampire Diaries”), AnnaLynne McCord (“90210”), Caity Lotz (“Arrow”), Kerr Smith (“Dawson’s Creek”), Samaire Armstrong (“The OC”) e Sofia Vassillieva (“Medium”) sono tra gli altri volti noti che sfilano. Su “Variety” il critico Brian Lowry ha commentato l’avvento del serial con “ha qualcosa di nichilistico, non so dire se in senso positivo o negativo…”.


L'INCONTRO "STALKING: OSSESSIONE CRIMINALE"

La Polizia di  Stato ha sempre dedicato un’attenzione particolare ai reati che colpiscono le donne essendo stata la prima forza di polizia a dotarsi, fin dall’inizio degli anni Sessanta, di una struttura dedicata: il corpo di polizia Femminile. Disciolto il Corpo della Polizia Femminile, dagli anni 80 ha elaborato strategie sempre più efficaci per la repressione e il contrasto di queste forme delittuose che spesso possono assumere dei tragici connotati. Sono state, infatti, istituite delle apposite sezioni negli apparati investigativi con personale specializzato, oltreché che punti di ascolto sempre attivi e a disposizione delle potenziali vittime. Proprio per cercare di aiutare le donne che si trovano in tali condizioni la Polizia di Stato ha da tempo attivato campagne informative e di sensibilizzazione sul tema.

Per discutere e analizzare il fenomeno trattato dalla serie tv, mercoledì 7 ottobre, alle ore 11.00, Premium Crime ha organizzato l’incontro “STALKING: OSSESSIONE CRIMINALE” presso la Scuola Superiore di Polizia di Roma, co-organizzatrice dell’evento.
Al convegno moderato da Gianluigi Nuzzi di “Quarto Grado” (Retequattro) parteciperanno, oltre che rappresentanti di associazioni che tutelano le vittime del fenomeno:
  • Angelino Alfano (Ministro dell'Interno)
  • Mariacarla Bocchino (Primo Dirigente del Servizio Centrale Operativo della Polizia di Stato );
  • Antonio Tundo (Direttore dell'Istituto di Psicopatologia di Roma - psichiatra, docente di Psicopatologia generale presso l’Università di Pisa e la Scuola di Psicoterapia cognitiva di Roma);
  • Mara Carfagna (ex ministro per le Pari Opportunità, principale promotrice della legge che ha introdotto anche in Italia il reato di “stalking”);
  • Alessia Morani (Vice Presidente Gruppo parlamentare PD e membro della II Commissione Giustizia  della Camera dei Deputati);
  • Valentina Pitzalis (vittima di un feroce atto di “stalking”);
  • Giorgio Simonelli (massmediologo e critico Tv, docente di “Storia della radio e della televisione” e “Giornalismo radiofonico e televisivo” all’Università Cattolica di Milano, dove dirige anche il Master in “Comunicazione e marketing del cinema”).
 
L’evento, visibile in diretta streaming su TgCom.it, sarà supportato da brevi inserti filmati della serie tv, mentre al termine sarà proiettata la puntata pilota del serial di Premium Crime. Il pubblico da casa potrà altresì partecipare grazie al live twitting sui social di Premium Crime.


LE FOTO DEL CONVEGNO

VEDI ANCHE

i nostri tweet