08 maggio 2017

Al via su Canale 5 "Solo per amore - Destini incrociati"

Felicità, amore, serenità. Elena (Antonia Liskova) ha combattuto tanto per ottenerli e ha superato moltissimi ostacoli. Sono trascorsi due anni da quando la sua famiglia è riuscita finalmente a riunirsi. Hanno affrontato tutte le difficoltà legate allo scandalo che ha colpito il capofamiglia Pietro, responsabile del rapimento di Elena avvenuto tanti anni prima. Oggi però, finalmente, Elena può godersi la sua famiglia unita, vivendo con serenità nella bella villa con annesso circolo sportivo a Roma. Non può immaginare che il destino sta per metterla di fronte ad una nuova, terribile prova: una tragedia che sconvolgerà di nuovo ogni equilibrio. 

Così prende il via “Solo per amore - Destini incrociati”, secondo capitolo della fortunata fiction di Canale 5 prodotta da Endemol Shine Italy, un melò-thriller in dieci puntate da 80 minuti con la regia di Raffaele Mertes e Daniele Falleri. Tante le novità di questa nuova serie, a partire dalla new entry nel cast Roberto Farnesi.

TRAMA

È una mattina tranquilla a casa di Elena. Suo marito Pietro è fuori città per lavoro, suo figlio Stefano (Giuseppe Maggio) accompagna la piccola Beatrice (Melissa Monti) a scuola, ed Elena può godersi una serena colazione insieme alla figlia maggiore Arianna (Laura Adriani). Distrattamente, ascoltano un servizio al telegiornale su un terribile incidente di elicottero avvenuto in Calabria, in cui ha perso la vita una giornalista famosa. Ancora non sa che su quel volo si trovava anche Pietro. Ci penserà la polizia, di lì a breve, a informarla che tra le vittime dell’incidente c’è anche suo marito. La notizia arriva come un fulmine a ciel sereno, sconvolgendo di nuovo la vita di Elena e dei suoi figli. 

Una domanda la perseguita: che ci faceva Pietro su quell’elicottero? Perché il marito non l’aveva informata? Cosa stava cercando?

Elena si precipita sul luogo dell’incidente, dov’è presente anche Andrea Fiore (Roberto Farnesi), medico di frontiera in zone di guerra rientrato velocemente in Italia dall’Afghanistan dopo aver ricevuto la notizia che anche la sua compagna, la giornalista Vittoria Boschi (Barbara Livi), era su quel maledetto elicottero. Andrea è un uomo enigmatico e affascinante, figlio del generale Gianmaria Fiore (Luca Biagini). Anche un altro uomo si trova sul luogo dell’incidente, in disparte, che guarda da lontano e compiaciuto la scena del disastro. È Marco Ackermann (Paolo Mazzarelli), figlio segreto del Generale Fiore e fratellastro di Andrea. Un uomo senza scrupoli animato da un odio viscerale nei confronti del fratello a cui attribuisce la colpa del “non amore” di un padre che l’ha sempre tenuto ai margini, ad occuparsi del lavoro sporco, mentre Andrea era stato sempre considerato un “eroe”. I due fratelli sono agli antipodi: Andrea è un uomo coraggioso, che mette la sua professione e la sua vita a servizio degli altri. Marco è un uomo corrotto ed avido di potere, pronto a tutto per raggiungere i suoi obiettivi. È sposato con Gloria Keller (Valentina Cervi), e i due fanno parte di un sistema di potere marcio fino al midollo sempre più radicato nella Capitale, che stanno scalando a velocità vertiginosa. La donna, oggi madre di un bambino di poco più di due anni, ha molti conti in sospeso con la famiglia Ferrante e in particolare con Gabriele (Simon Grechi), il fratello di Elena, con il quale in passato ha avuto una relazione. 

Sei mesi dopo l’incidente, per Elena e la sua famiglia è tutto cambiato.
A causa di problemi economici, hanno dovuto vendere la villa e il circolo sportivo, ed Elena si è trasferita con i figli a vivere nella periferia di Roma, a casa di Maria (Anita Zagaria), sua suocera. La tragedia ha fatto precipitare la figlia Arianna nella depressione e la ragazza ha deciso di annullare l’imminente matrimonio con il fidanzato Claudio Alfieri (Lorenzo Balducci). Elena, intanto, con l’aiuto del Generale Fiore, è riuscita ad aprire nel quartiere una Onlus, uno studio per assistenza legale alle donne, dove andrà a collaborare anche un giovane assistente universitario, Alberto (Gabriele Rossi), che, fin da subito, si mostra molto interessato ad Arianna, e non solo. Oltre a lui nello studio c’è anche Paola (Eleonora Sergio), psicologa e cara amica di Elena.
Il figlio Stefano (Giuseppe Maggio), nonostante la giovane età, è diventato Ispettore di Polizia. Dopo la morte del padre, si è sentito investire del ruolo dell’unico uomo di casa e sente il dovere di sostituire Pietro. Con le donne è un po’ bloccato e non si è mai innamorato. Fino a quando una sera si trova a dover multare una bella ragazza, Giulia (Beatrice Arnera), che, civettando con lui, non gli rivela di essere anche lei poliziotta. Ma i due non sanno di avere in comune molto di più del lavoro.
 
L’inchiesta sull’incidente, nel frattempo, è stata chiusa, ma in un angolo del suo cuore Elena sente che ancora qualcosa non quadra.
E, anche se la donna vuol tornare alla normalità ed è intenzionata a superare il lutto per il bene della famiglia, decide di affrontare Giordano (Kaspar Capparoni), che si trova in carcere. Elena sa che Giordano non può essere coinvolto nella morte di Pietro, ma il sospetto che il marito sia stato ucciso dalla lobby di potere che non è mai stata smascherata, la spinge a chiedergli un’ultima volta di fare dei nomi. L’uomo vorrebbe, ma non può…

Anche Andrea Fiore (Roberto Farnesi) vuole andare più a fondo sulle dinamiche dell’incidente in cui ha perso la vita la donna che amava, e decide di fermarsi in Italia. Nel corso di questa indagine il suo destino si incrocerà a doppio filo con quello di Elena. 

Nel corso delle indagini Elena e Andrea si troveranno in situazioni di estremo pericolo. I destini delle vite dei personaggi si intrecceranno continuamente e senza sosta, ma ancora una volta sarà solo la forza dell’amore a portare a galla la verità e a svelare segreti troppo a lungo nascosti.

Note della Regia

Raccontare come il ‘destino’ a volte intrecci le vite di due sconosciuti facendoli confrontare, scontrare e infine innamorare perdutamente è stata la sfida di SOLO PER AMORE - DESTINI INCROCIATI.
Elena e Andrea a causa di un tragico evento si ritrovano a lottare fianco a fianco per la ricerca della verità. Contrasti familiari e un denso passato che continuamente riemerge ostacolano la forza dell’amore che contro ogni razionalità li spinge nelle braccia l’uno dell’altra. Questa è stata la parte più entusiasmante del progetto. Un’attenzione continua a evitare sentimentalismi e retorica per mirare dritti al cuore dei personaggi. La storia è ambientata a Roma, ma la magnificenza architettonica della città è stata alternata a insoliti scorci per non limitarsi a utilizzare la Capitale come semplice sfondo di prestigio, ma per renderla ulteriore elemento narrativo di supporto ai turbamenti dell’anima dei personaggi. A questo scopo è stato studiato anche un impiego delle riprese aeree realizzate con droni dove le immagini sono mirate a proiettare lo spettatore, come in un tuffo dall’alto, nel dettaglio di palpitazioni ed intrighi. 


 


VEDI ANCHE

i nostri tweet