20 marzo 2018

La "regina del silicone" condannata a 2 anni e 3 mesi: dopo l'inchiesta di Luca Abete ha provato a corrompere la Guardia di Finanza con 1000 euro.

Questa sera a Striscia la notizia (Canale 5, ore 20.35) Luca Abete torna dalla “regina del silicone”: una signora di Napoli, già protagonista di un servizio del 25 maggio 2017 (vai al video), che nella sua abitazione, adibita a studio medico abusivo, iniettava silicone liquido, sostanza vietata da anni, in cambio di denaro. Le telecamere del Tg satirico di Antonio Ricci hanno filmato l’incontro tra un uomo che avrebbe voluto cambiare sesso e la signora, che gli ha proposto diversi trattamenti a base di silicone al costo di 4.000 euro, in nero. Subito dopo è intervenuto l’inviato di Striscia, seguito dalla Guardia di Finanza, che ha perquisito l’ambulatorio abusivo e poco dopo ha portato via la signora. Il tenente colonnello Giovanni Pipola, comandante del Gruppo pronto impiego della GdF di Napoli, dice a Striscia: «La donna è stata denunciata per esercizio abusivo della professione ed è stata arrestata, processata per direttissima e condannata a due anni e tre mesi di reclusione perché durante la perquisizione ha tentato di corrompere un militare con 1.000 euro». Come si vede nel filmato che Striscia manderà in onda.

ULTIMI COMUNICATI STAMPA

i nostri tweet