17 gennaio 2019

"QUARTO GRADO": GLI ULTIMI GIORNI DA FUGGITIVO DI CESARE BATTISTI E LA MISTERIOSA MORTE DI MATTIA MINGARELLI

Venerdì 18 gennaio - in prima serata, su Retequattro - nuovo appuntamento con “Quarto Grado”. In conduzione Gianluigi Nuzzi, con Alessandra Viero.
 
In apertura, il programma a cura di Siria Magri si occupa della misteriosa morte di Mattia Mingarelli, 30enne comasco il cui corpo senza vita è stato trovato lo scorso 24 dicembre nel comune di Chiesa in Valmalenco (Sondrio). L’autopsia sul giovane ha rilevato traumi alla testa e la chiave per risolvere il giallo potrebbe essere nello smartphone del ragazzo, trovato dal gestore del Rifugio dei Barchi. L’uomo è anche l’ultima persona ad aver visto vivo Mattia.
 

“Quarto Grado” segue anche gli sviluppi relativi al caso di Cesare Battisti, in particolare i suoi ultimi giorni da fuggitivo. L’ex terrorista dei PAC, lo scorso 13 gennaio è stato arrestato dall’Interpool, in collaborazione con agenti italiani, in Bolivia. Rientrato in Italia dopo 37 anni di latitanza, Battisti è ora detenuto nel carcere di Oristano dove dovrà scontare l’ergastolo.

Per le segnalazioni da parte dei telespettatori, sono sempre attivi il centralone e l’account di Facebook Messenger del programma.
Inoltre, prosegue la campagna di sensibilizzazione contro la violenza sulle donne, fil rouge di questa edizione: gli spettatori possono inviare un selfie con l’emblematica “scarpa rossa” sugli account social di “Quarto Grado”.
 
 

VEDI ANCHE

i nostri tweet