13 febbraio 2020

A“Quarto Grado" la scelta della cassazione sul caso Vannini e la vicenda di Luca Sacchi

Il programma a cura di Siria Magri aggiorna i telespettatori sul caso di Marco Vannini: la Cassazione ha accolto la richiesta della Procura generale e ha stabilito che il processo è da rifare. Secondo il Pg fu omicidio volontario.
 
La madre del giovane, Marina Conte, proprio a “Quarto Grado” aveva dichiarato: «Ero preoccupata. Avevo paura, dopo due delusioni che avevano lasciato l'amaro in bocca. Appena saputo (l’esito della nuova sentenza, ndr), ho urlato per il dolore».
 
Al centro della puntata anche la vicenda di Luca Sacchi, il ragazzo freddato con un colpo di pistola alla testa la sera del 23 ottobre, a Roma. Il processo, che dovrà delineare come si sono svolti i fatti, si apre il 31 marzo.
Intanto spuntano nuovi dettagli su quella notte. Secondo gli inquirenti, nello zaino di Anastasiya, la fidanzata di Luca, c’era solo una parte dei soldi destinati agli spacciatori. 
La Procura, sospetta che l’altra parte fosse nella macchina della ragazza. Vettura che, mentre Luca lottava tra la vita e la morte, è stata spostata in maniera frettolosa da Giovanni Princi, ex compagno di classe di Sacchi.
 
Per le segnalazioni da parte dei telespettatori, sono sempre attivi il centralone e l’account di Facebook Messenger del programma.
Inoltre, prosegue la campagna di sensibilizzazione contro la violenza sulle donne, fil rouge di questa edizione: gli spettatori possono inviare un selfie con l’emblematica “scarpa rossa” sugli account social di “Quarto Grado”.
FACEBOOK e MESSENGER: profilo Quarto Grado, https://www.facebook.com/quartogrado;
TWITTER: profilo @quartogrado, https://twitter.com/quartogrado
‘QUARTOGRADERS’: #quartogrado per commentare in diretta, dare opinioni e fare domande;
INSTAGRAM: profilo @quartogradotv https://www.instagram.com/quartogradotv
MAIL: quartogrado@mediaset.it;
CENTRALONE: 02/30309010
 

ULTIMI COMUNICATI STAMPA

i nostri tweet