10 novembre 2014

"Gotham"

"In 'Gotham' Pinguino e Bruce Wayne/Batman sono connessi, si accorgono di avere bisogno uno dell'altro, è una relazione molto affascinante. Sono due facce del Bene e del Male, si accorgono di dover lavorare insieme e interagire. E' molto stimolante interpretare una delle due facce!". (Robin Lord Taylor, interprete del futuro Pinguino in "Gotham" - su Premium Action ogni lunedì - intervistato in esclusiva da "Telefilm Cult")

 

"Mi ha sempre intrigato Gotham. Non ho mai capito come mai non sapevamo molto della città e su ciò che la riguardava; questo è ciò che mi ha affascinato di questo progetto; Gotham è un personaggio che sta di fronte a noi ma nessuno vi si immerge. Ho sempre pensato che ci fosse di più nella relazione tra Batham e Gotham di quanto ci fosse stato detto -ma ora lo vedremo. Tutti i cattivi che conosciamo arrivano da Gotham. E Batman, certo!". (Jada Pinkett Smith, interprete di Fish Mooney in "Gotham" - su Premium Action ogni lunedì - intervistata in esclusiva da "TvBlog")

 

"'Gotham' (su Premium Action in esclusiva ogni lunedì dopo l'anteprima in chiaro su Italia 1) tiene Batman fuori dallo schermo e dagli eventi narrati, per concentrarsi su quanto è avvenuto prima, sulle origini del mito. L'idea del prequel però da sola non basta: se le scene e la fotografia sono molto curate, la scrittura e la recitazione non sono sempre all'altezza. E i richiamo costanti alla mitologia di Batman - si affacciano sullo schermo, ancora giovani o bambini, molti dei suoi futuri nemici: il Pinguino, l'Enigmista, Catwoman - sono forse l'indice più evidente di una narrazione che non trova appieno una sua originalità, ma è costretta a lanciare continue strizzate d'occhio ai fan per risultare interessante". (Aldo Grasso, "Corriere della Sera")

"In 'Gotham' (su Premium Action in prima tv ogni lunedì) la città del titolo è pericolosa come Caracas: la differenza rispetto al 'Batman' del 1966 è nello skyline più televisivo che si presta meglio a fare da scenografia naturale. La serie è solo la prima, perché investire in fumetti che diventano fiction sembra la nuova strada battuta da molti network. C'è la 3° stagione di 'Arrow' (sempre su Premium Action e sempre al lunedì), sul super arciere Freccia Verde. Tipo Robin Hood, ma di più. E arriverà 'Flash' (su Italia 1 da gennaio 2015) sull'uomo con tuta rossa con la capacità di muoversi a velocità sovrumana. Tipo Bolt, ma di più". (Renato Franco, "Corriere della Sera").

 

"'Gotham' (su Premium Action dal 20 ottobre in esclusiva), è una manovra per sfruttare in sottofondo il batmanismo per far vivere invece il posto del titolo, appunto la città dal fascino criminogeno e farvi correre dentro e attorno trame soprattuto per adulti - si spara a bruciapelo che è una bellezza. Piacerà a quelli che non gradiscono il passo un po' chiuso delle serie tv e ha ambizioni superiori". (Antonio Dipollina, "La Repubblica")

"'Gotham' (Premium Action dal 20 ottobre in esclusiva) è un giocattolino per gli aficionados del genere poliziesco-crime in salsa fumettistica. I cultori del supereroe ci troveranno infatti tutto ciò che già conoscono...Perfetto per la tv dei ragazzini". (Maurizio Caverzan, "Il Giornale")

"Se non si fosse intitolata 'Gotham' (Premium Action dal 20 ottobre in esclusiva) e non avessimo riconosciuto la scena iniziale già vista in altri film, dalla prima puntata quasi non lo avremmo capito che c'era di mezzo Batman. La serie sposta infatti l'occhio dall'Uomo Pipistrello alla città immaginaria e ai suoi figli, buoni o cattivi che siano e che saranno, con o contro Batman". (Patrizia Simonetti, "Il Fatto Quotidiano")

 

"'Gotham' (Italia 1 e Premium Action), la serie kolossal sul bambino che diventerà Batman è molto più di un prequel della storia del personaggio dei fumetti, ma un affresco sulle origini del mito di Gotham.Tra le tante ragioni che stanno alla base di un prequel, c'è il fatto che  a una parte di pubblico piace vedere i propri eroi in calzoni corti. Perché tiene accesa l'illusione di poter diventare un essere speciale , o forse tiene a  bada il rimpianto delle grandi speranze:siamo stati tutti ragazzini, alcuni hanno però avuto la fortuna di incappare in eventi che li hanno trasformati. Si tratti di Clark Kent o Carrie Bradshawd, l'operazione è abbastanza semplice, bisogna solo arrivare alla tutina rossoblù o al primo paio   di Manolo. Nel caso invece del più interessante supereroe di tutti i tempi, quell'uomo pipistrello divenuto sempre più dark nel corso dei vari adattamenti cinematografici, sino al mitico Cavaliere Oscuro dell'ultimo Nolan, le cose si complicano, e parecchio. Lunga vita e grandi lodi dunque a Gotham, per cui l'appellativo di "prequel di Batman" è sicuramente molto limitativo. Avendo a  che fare von un personaggio della complessità di Bruce Wayne, Bruno Heller ha scelto con intelligenza di scavare non soltanto nel suo passato, ma in quello dell'intera Gotham, infilando così un piede nella porta dell'inconscio collettivo dei fans. L'ambientazione di grande raffinatezza immaginifica ha fatto poi sì che tutto sembri naturale: siamo in una crime-story dove i poliziotti si muovono come Serpico, ma vestono anni '40, usano il cellulare e la città stessa è tanto Gotham, da farci finalmente capire  come si siano immaginati quella di Blade Runner. Ovvio dunque che non vediamo l'ora di vedere come sia stato Joker da piccolo". (Arnalda Canali, "Sette" inserto del "Corriere della Sera")

"A giudicare dai primi episodi, 'Gotham' (Italia 1 e Premium Action) sembra avere l'ambizione di voler affascinare anche un pubblico più adulto. Ma per quante stagioni Batman resterà bambino?". (Luca Raimondo, "Il Fatto Quotidiano")

"'Gotham' (Italia 1 e Premium Action) cerca una prospettiva diversa rispetto a quella che i fan di Batman già conoscono, buttandosi su una storia che sembra avere molti aspetti inediti su cui gli autori lavorano sapientemente". (Paolo Sutera, "Tv Blog")

"'Gotham' (Italia 1 e Premium Action) è immersa in atmosfere steampunk, un po' Blade Runner un po' New York (quella vera) anni '80. L'ideatore Bruno Heller (firma di 'The Mentalist') mette in scena una gigantesca ed epica cosmogonia, la costruzione del mondo mitologico di un personaggio, Batman, che è già un mito. Una serie di storie personali complesse, parabole discendenti che tramuteranno anche i personaggi più innocenti e innocui negli spietati criminali che abbiamo imparato a conoscere nei fumetti dell'uomo pipistrello". ("Tv Zap")

 

"Con 'Gotham' (Italia1+Premium Action dal 12/20 ottobre) il Commissario Jim Gordon ha la sua chance per dimostrare di essere un poliziotto in gamba". (Stefano Priarone, "La Stampa")

"In 'Gotham' (Italia1+Premium Action) Bruno Heller di 'The Mentalist' ha dato libero sfogo alla sua penna. Il risultato è notevole. E' quasi un poliziesco tradizionale, un hard boiled in stile James Ellroy. E nessuno si aggira in calzamaglia...". (Matteo Sacchi, "Il Giornale")

"La 'Gotham' di Bruno Heller (Italia1+Premium Action), già padre orgoglioso di 'The Mentalist', non ha niente a che spartire con il ritratto originale della città che ha visto i natali di Bruce Wayne, Batman per i più. Tratta marginalmente il Cavaliere Oscuro, quasi che l'eroe dell'universo Dc non fosse che un espediente narrativo. Pretesto scenico atto a giustificare l'apertura del sipario su un quadro ormai considerato parte integrante dell'immaginario collettivo. La morte dei coniugi Wayne. E' la corsa al potere della criminalità, frenata dalle utopie di Gordon ad essere centro narrativo di 'Gotham'". (Claudia Casiraghi, "Libero")

VEDI ANCHE

i nostri tweet