02 novembre 2015

Speciale Super-eroi

ULTIMA ORA - "Supergirl", su Italia 1 e Premium Action nel 2016, vola in testa alle serie tv più viste al debutto in America (13 milioni di spettatori!)
"Supergirl", partita in America lunedì scorso, è già volata al vertice delle serie tv più viste della stagione in America con ben 13 milioni di spettatori, un vero e proprio record per un titolo al debutto. In attesa di vederla su Italia 1 e Premium Action nel 2016...

ZOOM - La serie sbanca-ascolti "Supergirl" ultimo arrivo del filone super-eroico da record di Italia 1 dopo "Arrow", "The Flash" e l'imminente "Gotham"
Italia 1, terra (fertile) di eroi. Eroi moderni, ovvero anti-eroi, in cui il pubblico si riconosce aldilà dei super-poteri. E' probabilmente una delle ragioni per la quale il filone super-eroico sia uno dei più amati, seguiti, redditizi, in termini di ascolti e riscontri social, della recente televisione italiana (e non solo). Un'ascesa sempre più evidente iniziata e divampata dal marzo 2013, il mese del debutto di "Arrow" proprio su Italia 1, capace di registrare il record ancor oggi imbattuto di serie tv più vista in assoluto in Italia con 3.491.000 spettatori. Una vetta che ha permesso al telefilm con Stephen Amell di risultare il serial più visto nelle stagioni 2013 e 2014. In attesa di rivederlo in onda, in chiaro, con la 4° stagione inedita da febbraio 2016. Un successo confermato su Italia 1 anche dallo spin-off "The Flash", capace di salire sul podio delle serie tv più viste nel 2015 con 2.825.000 spettatori raggiunti (quasi il 15% tra il pubblico di riferimento 15/34 anni). Per poi sfrecciare con la 2° stagione inedita da febbraio 2016 (in coppia con "Arrow"). Se due super-eroi non fanno primavera, emergono anche i super-dati dei film a tema seminati da Italia 1 in palinsesto sulla scia del fantastico duo seriale al grido social da hashtag #vivilimpossibile.

Ecco un pokerissimo di esempi eclatanti di successo in prima serata.
- "Captain America - Il primo vendicatore": 3.133.000 spettatori - 11.98% di share (22.05% sui 15-34 anni). In onda il 09.10.2013.
- "Thor": 3.004.000 spettatori - 11.62% di share (19.61% sui 15-34 anni). In onda il 14.05.2013.
- "X-Men Le Origini - Wolverine": 2.929.000 spettatori - 11.16% di share (19.45% di share sui 15-34 anni). In onda il 16.10.2013
- "Iron Man 2": 2.675.000 spettatori - 10.09% di share (19.27% sui 15-34 anni). In onda il 28.02.2013.
- "Spider-Man": 2.336.000 spettatori - 10.41% di share (15.98% sui 15-34 anni). In onda il 03.01.2015.

Il tutto in attesa del già popolare, ancor prima di partire, "Supergirl" (in onda prossimamente in prima serata) e in vista del debutto in chiaro di "Gotham" (da dicembre 2015, in prima serata), anch'essi ad incrementare la galleria d'oro di Italia 1, terra di (super)eroi per collezionisti di super-emozioni.

ZOOM - Laura Casarotto, direttore di Italia 1: "I super-eroi sono nel DNA della rete, fiabe epiche con l'adrenalina"
"Oggi parliamo di superoi, tanti sono i personaggi che mi vengono in mente visti anche al cinema e su Italia1 da Smallville poi con l'arrivo di 'Arrow' e 'Flash'. Mi piacciono perché sono delle fiabe, delle storie epiche che prendono il cuore ma anche l'adrenalina e la spettacolarità del linguaggio, per questo stanno bene dentro la terra di Italia1". A parlare è Laura Casarotto, direttore di Italia 1 nel corso della presentazione di "Italia1 Terra di eroi" tenutasi una settimana fa a Milano. "Sono delle fiabe perché sono per tutti, i supereroi parlano ai piccoli, ai bambini, ai fratelli, ragazzi, mamme e papà e portano ascolti record". Presentando la nuova serie in anteprima 'Supergirl', il direttore ha chiosato: "oggi conosciamo Kara, il cui pilot è andato in onda in America ieri sera su un network particolare per un prodotto come Supergirl. È la versione femminile di Superman, ci piace perché ha degli aspetti assolutamente moderni e freschi. E ce ne sono due che voglio sottilineare. Kara è pratica, pragmatica, dopo 10 minuti la vedrete volare e salvare un aereo. Detto e fatto , senza bisogno del training che altri supereroi hanno, per cui il superpotere, come dire, va imparato in qualche modo. Questa è una donna, detto e fatto dopo 10 minuti sono già con i miei meravigliosi capelli al vento che salvo un aereo senza neanche dovermi mascherare. La seconda cosa che ci piace tanto è che non è una  superwoman, è Supergirl, è una girl, è la mitologia delle ragazze perché siamo tutte ragazze, ma il fatto che sia una girl apre possibilità narrative infinite per una rete come Italia1, perché c'è la freschezza, le fragilità, gli impacci, l'amicizia. Supergirl non deve portare da sola il peso e il segreto di essere un'eroina ma può condividerlo con i suoi amici. Questo aspetto è nel dna di una rete come Italia1 che porta sulla sua terra molti supereroi, tanto che arriverà a dicembre 'Gotham' e successivamente  'Legends of Tomorrow'. Passando dalla luce di 'Supergirl' vi lascio con lo spunto dell'ombra di 'Blindspot', che sarà in esclusiva su Italia1 in primavera".

ZOOM - Dal 2016 al via "Supergirl" (Italia 1+Premium Action), la serie tv debuttante più vista in America
Di eroine ce ne sono tante. Di Super-eroina una sola. "Supergirl", prossimamente su Italia 1 e Premium Action, è la nuova serie super-eroica appena partita in America già salutata in patria da un'attesa spasmodica e ascolti record (è il titolo più visto della stagione tra i debuttanti). Basti vedere la copertina speciale della bibbia del piccolo schermo a "stelle e striscie", "Tv Guide", dedicata alla nuova stagione tv, dove la protagonista svetta su tutti al centro. O la cover di "Variety" sul nuovo filone d'oro dei super-eroi, con Supergirl e Flash insieme al loro papà Greg Berlanti, soprannominato in patria "Goldfingheroes" per i suoi successi (oltre a "The Flash" e al debuttante "Supergirl", anche "Arrow" e "Blindspot", quest'ultimo altro titolo in arrivo su Italia 1 nei primi mesi 2016 dopo essere risultata la serie più vista d'inizio stagione in Usa). Supergirl, cugina di Superman nota col nome da codice fiscale Kara Zor-El, è apparsa per la prima volta nel 1972 nei fumetti della DC Comics, vergati da Otto Binder e Al Plastino. Rispetto allo zio, con il quale condivide molti super-poteri, dimostra da subito una certa difficoltà: ambientarsi con le usanze terrestri e soprattutto con gli umani (mortali). Nella serie tv la super-eroina interpretata da Melissa Benoist ("Glee"), scelta dopo un lungo e attento casting con nomi anche altisonanti dello star-system televisivo americano, viene ritratta nei suoi 24 anni, adottata da quando aveva 13 anni dopo essere stata catapultata dal pianeta morituro Krypton. Come nella maggior parte delle serie super-eroiche moderne la nostra, cittadina di National City, è combattuta se manifestare o nascondere i propri super-poteri. La sua Forza è nel contempo la sua debolezza. E' vissuta come una "diversità" che le preclude la normalità. Ad aiutarla nelle sue scelte - e da sfondo alle sue super-avventure - emergono le figure della direttrice editoriale Cat Grant (Calista Flockhart, volto noto di "Ally McBeal" e "Brothers&Sisters"), della sorella adottiva Alex (Chyler Leigh, "Grey's Anatomy"), del fotografo James Olsen (Mehcad Brooks, "Desperate Housewives") -  destinato a far battere il cuore alla protagonista - e della madre biologica Alura (Laura Benanti), prodiga di consigli. Greg Berlanti ha così commentato la nascita della serie: "all'inizio mi sono domandato se si potesse fare un serial super-eroico senza super-poteri. 'Supergirl' è molto diverso da 'Arrow' e 'The Flash', c'è molta commedia, è una serie sulle relazioni in atto di una giovane donna che si ritrova a gestire una personalità ingombrante da super-eroina. E' un titolo che punta al divertimento, più che all'azione, con inserti…intergalattici!". Oltre a Berlanti, la serie è ideata da Ali Adler e Andrew Kreisberg. L'indovinato claim di lancio americano della serie è stato: "It's not a bird. It's not a plane. It's not a man. It's Supergirl". Il costume di Supergirl è stato disegnato da Colleen Atwood, già stilista degli omologhi di Arrow e Flash. "Volevo che incarnasse il passato con la classica "S" sul petto, lo street-style di oggi con gli stivali da tutti i giorni e il lato sexy con la minigonna che punta all'azzardo", ha chiosato Atwood. Proprio la questione sul costume di Supergirl ha attizzato il dibattito mediatico. "E' piacevolmente diverso dai canoni e segue lo stile del nuovo Superman al cinema", ha commentato "Entertainment Weekly"; il "Washington Post" ha notato che "da un lato rievoca il cartoon, dall'altro accentua il tono dark delle strips moderne con quel blu petrolio non più sfavillante come un tempo"; più critico "E! Online": "sembra più adatto ad una festa di Halloween che per una serie tv!". Appena visto il costume da supereroina, Melissa Benoist ha esclamato: "sarà alquanto imbarazzante indossarlo!". Non è la prima volta che Supergirl compare in una serie tv. In "Supergirl - La ragazza d'acciaio" (1984) era interpretata da Helen Slater: quest'ultima compare da guest-star nel pilot del serial del 2015 con la Benoist, in un'ideale staffetta televisiva. In "Smallville" (2001) - altra serie super-eroica lanciata da Italia 1 - Supergirl appariva nella 7° stagione con il volto di Laura Vandervoort. Gemma Atkinson, Claire Holt ed Elisabeth Lail sono tra le attrici candidate inizialmente per il ruolo di Supergirl. Per loro Melissa Benoist è diventata peggio della kryptonite. 

PILLOLE
Volete sapere quali siano le serie tv in onda la sera sulle reti Mediaset (pay e free), con la specifica di rete, orario e episodi? E' attiva l'agenda quotidiana da non perdere QUI.

Tutte le serie e le nuove stagioni in partenza sulle Reti Mediaset, sia free che pay, le trovate costantemente aggiornate QUI.

Qui le opinioni dei critici italiani sulle serie tv Mediaset.

VEDI ANCHE

i nostri tweet