QUARTO GRADO

VENERDI' ALLE 21.15 SU RETE4 - Condotto da Gianluigi Nuzzi ed Elena Tambini

Tutte le novità sui maggiori casi di cronaca e sui processi più discussi nel nuovo appuntamento con “Quarto Grado”, in onda venerdì 12 maggio, alle ore 21.15, su Retequattro. 
 
Gianluigi Nuzzi, con Elena Tambini, apre la puntata con gli sviluppi sulla scomparsa di Domenico D’Amato, il rapper 28enne di cui si sono perse le tracce l’8 marzo scorso a Molinella (Bologna). È la stessa zona in cui, da oltre un mese, si cerca senza sosta “Igor il russo”: si ipotizza che i due casi possano essere legati. 

Nonostante questo, il legale della famiglia di “Domedama” – com’è conosciuto il giovane – denuncia l'archiviazione della vicenda dopo una sola settimana. Per gli inquirenti si tratta di “allontanamento volontario”. «La tristezza assoluta è che siamo davvero da soli a cercare Domenico», ha aggiunto l’avvocato.
 
Gli inviati del programma a cura di Siria Magri aggiornano quindi il pubblico sulle udienze dei processi tenutesi questa settimana.
A Padova, nel dibattimento per l’omicidio di Isabella Noventa, l’imputato Freddy Sorgato ha presentato un memoriale in cui scrive che la donna sarebbe morta durante un gioco erotico.  A Cerveteri (Roma), invece, l’attesa testimonianza della vicina di casa dei Ciontoli, finiti sul banco degli imputati per la morte del 22enne Marco Vannini. 

Da Siena, infine, il racconto del processo in cui Antonella Tognazzi, vedova dell’ex capo della Comunicazione di Monte dei Paschi David Rossi (morto in circostanze misteriose oltre quattro anni fa), e un giornalista sono accusati d’ufficio di aver rivelato il contenuto di alcune mail tra Rossi e l’ex ad della banca Fabrizio Viola.

ULTIMI ARTICOLI

PUNTATE INTERE

CLIP

guida tv

CASTING E PUBBLICO

partecipa
GUARDA ANCHE

Pubblicità

Vai a Meteo.it